Home. Le Finalità. I Docenti. I Corsi. Bacheca. San Rocco. Contatti. Links.
Ricostruito nel 1779 al posto dell'antica chiesa umiliata di san Giovanni del Cappuccio, l'edificio appartiene al maturo barocco piemontese (un disegno per una cupola, mai realizzata, è firmato da Bernardo Vittone, seguace di Juvarra e Alfieri).
Interessante soprattutto l'impianto dell'interno, ora valorizzato da recenti restauri, tra i quali l’organo storico Lingiardi, e arricchito da diverse opere pittoriche: un san Francesco da da Paola del XVII secolo, una tela del pittore alessandrino Francesco Mensi, i santi Barnaba e Rocco e l’Orazione nell'orto dei Getzemani, una Crocifissione di autore          
Di particolare rilievo l’organo a canne dei Fratelli Lingiardi del 1854 recentemente restaurato.
[VEDI QUI I DETTAGLI DEL RESTAURO]

Attualmente è sede di un’importante Accademia di musica sacra antica intitolata al santo.
I festeggiamenti oltre alla tradizionale processione si esprimono con manifestazioni musicali ed artistiche. Essi sono posticipati all’ultima domenica di settembre per permettere una maggiore partecipazione dei residenti.
LA CHIESA DI SAN ROCCO